il micro mosso non fa mai (?) tendenza

spesso guardando una fotografia ci si rende conto che non è ben dettagliata come altre, che risulta più impastata. una delle possibili cause è il mosso.
per una migliore nitidezza delle nostre fotografie dobbiamo cercare di evitare tutti quei piccoli difetti che inseriamo in fase di ripresa come ad esempio l’utilizzo di tempi d’esposizione troppo lenti per permetterci di scattare a mano libera. non parliamo delle fotografie con un evidente effetto mosso dato da errori macroscopici o ricercato per espressione, parliamo di quelle leggere vibrazioni inevitabili in fase di scatto, un micromosso che si percepisce visualizzando l’immagine al 100%.

per evitarlo c’è un modo molto semplice: basta ricordarsi di scattare con tempi sempre più veloci all’aumentare della lunghezza focale, infatti aumentando la lunghezza focale (andando cioè dal grandangolo al teleobiettivo) diminuisce l’angolo di campo inquadrato e ciò comporta un’accentuazione delle vibrazioni che andremo a esercitare sul sistema. si dice che a seconda dell’ottica che stiamo utilizzando bisogna far corrispondere un certo tempo, e in particolare una frazione pari alla lunghezza focale. se ad esempio fotografiamo con un 50mm dovremo avere un tempo di almeno 1/50s, con un 20mm di 1/20s, ….

unica accortezza: tener conto di eventuali fattori di conversione dati dalle dimensioni del sensore che si utilizza. la regola si basa infatti sulla lunghezza focale relativa a una pellicola 35mm e quindi vale se utilizziamo un sensore full frame. nelle reflex digitali di uso comune il fattore di conversione che dobbiamo considerare è circa 1,5, ciò significa che il 50mm equivarrà ad un 75mm, quindi il tempo necessario per evitare il micromosso sarà di 1/80s, e non 1/50s!
ovviamente pur applicando la regola alla lettera il pericolo non è scongiurato, bisogna infatti prestare sempre attenzione, anche quando i tempi sono sufficientemente veloci, cercando ad esempio di fissare bene i piedi, di appoggiarsi, di trovare una posizione comoda, magari addirittura trattenendo il respiro…e poi non dimentichiamoci che è stato inventato lo stabilizzatore!

Tag:, , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: