Archivio | tecnica fotografica RSS for this section

corredo obiettivi fissi

molti di voi ci hanno dimostrato di andare alla ricerca di buona qualità fotografica chiedendoci di consigliare un corredo ideale di obiettivi fissi.

Canon 50mm f/1.4

abbiamo già parlato di obiettivi confrontando gli zoom alle ottiche fisse qui, quindi non ci dilungheremo a descrivere la miglior qualità tecnica dei “fissi” rispetto agli zoom.

Continua a leggere…

Annunci

Il filtro polarizzatore

Filtro polarizzatore per fotografia

a chi non è capitato di voler fotografare attraverso una vetrina senza fastidiosi riflessi? o accentuare invece il riflesso su una pozzanghera?

la risposta a questi problemi (e non solo) si chiama filtro polarizzatore e non è una funzione di photoshop, bensì un vero e proprio filtro da montare sul nostro obiettivo. questo particolare filtro, che in commercio viene venduto quasi esclusivamente del tipo circolare, consiste in due polarizzatori di luce (delle lenti che permettono il passaggio selettivo delle onde luminose) che ruotano uno sull’altro permettendo di intensificare o annullare i riflessi.

Continua a leggere…

Obiettivi macro

Obiettivo macro

ogni obiettivo ha, fra le altre proprietà, una distanza minima di messa a fuoco che vincola l’ingrandimento del soggetto che potremo avere con un dato obiettivo. in parole povere non potremo avvicinarci a piacere al soggetto da riprendere in quanto il nostro obiettivo riesce a mettere a fuoco fino ad una certa distanza e non più vicino.

Continua a leggere…

Il bracketing

Il bracketing (come suggerisce il termine inglese da cui deriva, “to bracket”, raggruppare) è una tecnica di ripresa che consiste nel realizzare tre o più fotografie di uno stesso soggetto ciascuna con una diversa esposizione.

Bracketing dell'esposizione - Esposizione media ( f/4.0 - 1/80s - iso400 )

Esposizione media ( f/4.0 – 1/80s – iso400 )

Bracketing dell'esposizione - Sottoesposizione di 1 stop ( f/4.0 - 1/160s - iso400 )

Sottoesposizione di 1 stop ( f/4.0 – 1/160s – iso400 )

Bracketing dell'esposizione - Sovraesposizione di 1 stop ( f/4.0 - 1/40s - iso400 )

Sovraesposizione di 1 stop ( f/4.0 – 1/40s – iso400 )

Questa tecnica che in italiano prende il nome di “esposizione a forcella”, è soprattutto utile nelle situazioni in cui è difficile ottenere una fotografia rappresentativa della scena che si sta inquadrando con una sola esposizione, perché l’escursione di luce presente è troppo ampia.

Ipotizzando un bracketing a tre scatti, una fotografia avrà quindi le impostazioni di esposizione scelte dal fotografo, la seconda sarà – rispetto a queste – sottoesposta e la terza invece sovraesposta. Di quanto? Il range di sotto/sovraesposizione è configurabile a seconda della macchina fotografica da +/-2 stop o +/-3 stop con incrementi di 1/3 di stop per tre scatti successivi.

Continua a leggere…

pulizia del sensore

se vi state domandando cosa siano quei fastidiosi puntini neri comparsi apparentemente dal nulla sugli azzurri cieli delle vostre fotografie, siete nel post giusto.

Macchie sul sensore

il nostro nemico ha un nome noto: polvere. penetra nel corpo macchina della nostra reflex e si deposita, neanche a dirlo, proprio sul sensore e ce la ritroviamo, dopo, nelle nostre fotografie sotto forma di macchie. per fortuna esistono diversi accorgimenti e rimedi per ovviare e risolvere questo problema e tutto sta nel conoscerli, applicarli correttamente e insomma coccolare con della sana manutenzione la nostra macchina fotografica reflex.

Continua a leggere…

panning

il termine panning indica una tecnica fotografica che consiste nel seguire il movimento del soggetto con la fotocamera.

panning

l’effetto prodotto può essere visto come il contrario del mosso: mentre nel mosso avremo lo sfondo fermo e un soggetto in movimento, nel panning avremo il soggetto fermo e lo sfondo mosso. entrambe le tecniche vogliono rappresentare il movimento e il panning, in particolare, ci permette di rimanere focalizzati sul soggetto in movimento.

Continua a leggere…

supporto portatile

quante volte vi siete ritrovati a fotografare di sera e avreste voluto con voi il cavalletto che puntualmente era a casa?
quando usciamo a fotografare di sera il nostro fedele cavalletto sarà con noi 9 volte su 10, ma quando usciamo di giorno e si fa buio sfido chiunque ad averlo sempre con se.
una soluzione pratica da tenere sempre in borsa può essere costruita con pochi euro.

ciotola con fagioli e mais e collant

l’idea è quella di realizzare un supporto stabile per le lunghe esposizioni, che possa essere facilmente trasportabile, leggero e usabile.

i materiali usati sono:
– 400 gr di fagioli e mais
– un vecchio collant

Continua a leggere…

RAW, JPG e DNG

Schede di memoriase si fotografa con una reflex digitale o con una fotocamera compatta evoluta quasi sicuramente si ha la possibilità di salvare le nostre fotografie in due formati: RAW e JPG (o JPEG). vediamone insieme le caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi.

Continua a leggere…

il dilemma di sempre

fin dalla nascita dei primi obiettivi zoom (1959) il popolo della fotografia si è diviso sulla scelta fra ottica fissa e ottica variabile, facendo i conti fra qualità e praticità.

ovviamente non è semplice stabilire cosa effettivamente è meglio, né forse utile. sicuramente da valutare è l’utilizzo che andremo a fare dell’obiettivo in questione.

la cosa interessante da tenere a mente è, invece, la differenza oggettiva fra un obiettivo zoom e uno a focale fissa, ed è quella che andremo ad analizzare.

Canon EF 27-70mm 1:2,8 Lgli obiettivi zoom nascono con lo scopo di evitare continui cambi di lenti racchiudendo in un unico obiettivo diverse lunghezze focali, peculiarità sicuramente utile nella fotografia digitale in quanto permette di preservare il sensore dalla polvere. senza dubbio il punto di forza dell’obiettivo zoom è la praticità, sia dal punto di vista del trasporto, con alcuni zoom a grande escursione focale non servono altri obiettivi al seguito, sia dal punto di vista dell’utilizzo, si ha (quasi) sempre l’ottica giusta pronta per lo scatto. lo zoom aggiunge inoltre la possibilità di realizzare fotografie creative con l’utilizzo della zoomata durante l’esposizione.

Continua a leggere…

Illuminatore da ritratto

può capitare di voler realizzare dei ritratti e non avere idee su come renderli interessanti oppure di non disporre di un’illuminazione adeguata.

il secondo problema è di facile soluzione anche se non si dispone di fondi da investire in illuminatori professionali: bastano pochi euro se non addirittura zero recuperando i materiali necessari.

paralume e carta alluminio

l’idea è quella di rendere una luce ben contrastata (al contrario dell’illuminazione artificiale abbastanza piatta che normalmente abbiamo dentro casa) sufficiente per illuminare un volto.

i materiali usati sono:
– carta alluminio di uso domestico
– paralume (diametro massimo 25 cm, diametro minimo 10 cm) dotato di attacco per la corrente
– lampadina (25 W).

Continua a leggere…